• LOGO_IAS_ELEZIONI_COMUNALI_BANNER.jpg

Novità

Il pragmatico

Tempo di elezioni, tempo di parole.

Di (auto)definizioni, di (auto)classificazioni, di auto(celebrazioni).

Di proclami e di promesse.

Di ricette, soprattutto in campo monetario.

La finanza pubblica, eterno terreno di scontro tra destra e sinistra.

La prima virtuosa competente padrona; la seconda spendacciona incapace sconclusionata: questo, almeno, ciò che ripete in continuazione il disco rotto di coloro che, da sempre, tengono ben stretti i cordoni della borsa.

Una narrazione che, alle volte, cozza con la cruda realtà.

Vediamo un po’ Il pragmatico capriaschese

Ex-casa comunale di Lugaggia: sarà votazione popolare

Ieri, 29 febbraio 2024, il Municipio di Capriasca ha ufficialmente comunicato la riuscita del referendum contro la vendita dell’ex-casa comunale di Lugaggia.

860 le firme valide (735 le necessarie, il 15% degli iscritti nel catalogo elettorale).

Un brillante risultato, raggiunto al termine di un periodo non certo favorevole per la raccolta delle firme (all’inizio il periodo natalizio, alla fine quello carnascialesco).

Un grazie alle cittadine e ai cittadini capriaschesi che hanno sostenuto l’idea che sbarazzarsi di storiche, preziose e perfettamente funzionanti parti del patrimonio pubblico non è per nulla un buon affare.

L’appuntamento con il voto popolare è per il 9 giugno 2024


Stabili comunali: la svendita è (quasi) servita

“Riorganizzazione e spostamento di alcuni servizi all’interno del palazzo comunale: l’attuale sede dei servizi finanziari è troppo piccola per ospitare quattro dipendenti e anche la cancelleria necessita di nuovi spazi per i dipendenti, come pure per l’utenza (miglioramento degli spazi di ospitalità per garantire sia la comodità sia la confidenzialità).”

Da  Stabili comunali - Prospettive aggiornate del Municipio di Capriasca, 21 gennaio 2022.

 

L'ufficio contabilità è troppo piccolo per 4 dipendenti?

Decentralizzare? Distribuire sul territorio? Spostare in altra struttura?

Non esiste. Non se ne parla nemmeno. Si vende, si incassa, si trasforma.

Meglio mettere sul mercato uno stabile, questo stabile